IL CAFFE’ PELLINI NON VA IN VACANZA

Il periodo che precede le ferie è quel momento in cui tutto il mondo invece che rilassarsi, si sveglia improvvisamente pretendendo l’impossibile. Dovresti dotarti del dono dell’ubiquità, innestarti 6 mani peggio della Dea Kalì e attivare neuroni talmente attivi da accendere la torre Eiffel col solo pensiero.

Per passare indenne questo periodo ho trovato una sola soluzione con la mia valida compagna di avventure: ho iniziato una stretta relazione con la macchinetta del caffè e ogni giorno sperimento nuove qualità di capsule Pellini. Il caffè lo bevo amaro, perché voglio assaporare tutto il gusto delle terre lontane che l’hanno fatto arrivare fino alla mia tazzina: il caffè è l’unico modo che tiene la mia mente elastica e scattante sul pezzo. Buono, ma amaro, come un anniversario di qualcosa che non c’è.

Alterno le miscele normali giocando sugli aromi, dai decaffeinati giusto per non essere troppo amica della caffeina, fino al “supremo” per darmi la giusta carica. Questa potrebbe essere la scelta ideale per chi vuole sperimentare nuovi gusti, perché si sa, il caffè non è tutto uguale. Anche ora, per non perdere il vizio, mentre vi scrivo e mi rilasso dopo una giornata di pieno lavoro, sto sorseggiando il mio caffè Pellini decaffeinato naturale, vista l’ora dell’aperitivo. Il caffè è un rito, una coccola, una compagnia e deve essere gustato prendendosi il proprio tempo e cercando la qualità del prodotto. Il caffè, insomma, è un’istituzione del nostro Paese, qualcosa che in casa non deve mai mancare, sia macinato per moka o in capsule per chi vuole assaporare l’espresso o per i più pigri, come me.

Questo caffè è da bar! Quando non ho voglia di muovermi, ma voglio berne uno dal gusto professionale, Pellini diventa una garanzia. Una delle particolarità che mi ha più colpito delle capsule Pellini è l’aroma ricercato, la sua miscela di arabica 100% di alta qualità, composta da caffè selezionati direttamente nei paesi di origine con la sua lenta tostatura a temperatura controllata che ne esalta il gusto.

Sempre per esaltare la mia voglia di comodità, la possibilità di ordinare online i prodotti personalizzando la box, scegliendo tra le sette tipologie racchiusi in pacchetti da 10 capsule per tipo, che arrivano direttamente a casa.

Ok e se anche il caffè non basta per arrivare a Ferragosto, non rimane che fingersi assenti e usare la frase tipica del momento: ne riparliamo a settembre. Lo zucchero di ogni situazione.

caffè

Nessun Commento Ancora

Cosa stai pensando?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


2 × = sei