Ti guardo in faccia, non il culo

Ora posso dirlo senza problemi, perché finalmente posso guardarvi in faccia mentre parlate, senza scambiare un intenso rapporto di sguardi con i vostri culi. Bisogna dire le cose come stanno: già sono sempre seduta, se poi la mia altezza da crociera è il vostro lato B, dovete fare in modo che ne valga almeno la pena.

Stanca di avere lo stesso orizzonte monotono, ho messo una croce sui culi e con il nuovo trono il panorama è migliorato. Mi sento come cantava Cesare Cremonini, l’ode alla sua Vespa. Ecco che mi viene voglia di dedicare un intero post al mio nuovo mezzo, una vera ‘special’, meglio delle ali sotto ai piedi. Ho fatto il salto di qualità, ho aumentato il mio parco macchine e mi sento felice come Gianluca Vacchi davanti alla sua prima Spider, lui sgasa, io sgommo. E’ arrivata la mia nuova carrozzina elettrica che non ha nulla da invidiare all’Enterprise e se arriverete sani e salvi in fondo a questo post capirete anche il perché. La carrozzina elettrica è un ulteriore passo sulla scala dell’autonomia personale, nessuno deve più spingerti e puoi finalmente muoverti come vuoi. L’ho scelta da Ortopedia Guadagni di Mantova, mi sembrava di scegliere la “macchina dei 18 anni”, facendo lo slalom tra accessori che nemmeno immaginavo esistessero e alla fine come il vestito di un sarto, è arrivata perfetta per me. La mia Salsa M2 della Quickie, nera satinata, anche se ammetto che non ho ancora abbandonato l’idea di far verniciare la plancia fucsia pepitosa, a trazione centrale, con una base e un raggio di sterzata ultra compatti, è l’ideale per spazi ristretti. Grazie alla trazione centrale, questa carrozzina elettronica Salsa M² può ruotare sul suo asse, offrendo così un raggio di sterzata veramente stretto per una eccellente manovrabilità nei luoghi chiusi. Le dimensioni compatte della base consentono di accedere senza problemi e di mantenere un ottimo controllo quando si attraversano spazi stretti. Questa carrozzina è un titano di robustezza, con le 6 ruote l’aderenza al terreno è massima. Queste ruote sono infatti dotate di sospensioni indipendenti e assorbono facilmente ogni urto derivante da terreni sconnessi. La tecnologia anti-beccheggio elimina il beccheggio sui terreni inclinatie con il peso posizionato direttamente sopra le ruote motrici consente di ottimizzare la trazione per migliori prestazioni all’aperto. Fin qui sembra una carrozzina elettrica come tutte le altre, sbagliato!! Ecco che arriva il bello, che merita il cambio: ho scelto di aggiungere 2 optional che possono cambiare la vita. Sedetevi.

Questa carrozzina è magica, o forse chi l’ha progettata si è davvero messo nei nostri panni, creando la seduta regolabile in altezza di 30 cm, il basculamento elettronico da 0 a 30 gradi e la possibilità di salire senza sforzo su gradini di 7 cm. Se non avete capito una mazza di quello che ho scritto, questo video parla chiaro! Il mio primo aperitivo direttamente dal bancone, il mio primo Crodino perché sono una rompicoglioni, ma questa è un’altra storia.

Insomma, è come vincere al Superenalotto senza averci mai giocato. Ho già in programma un test di velocità, proprio come ho già fatto l’altro mio mezzo da corse pazze, il Triride, serve solo un po’ di tempo per il rodaggio iniziale e ho già pronto il casco.
C’è solo un problema quando si acquista questo tipo di carrozzine, la scarsa manualità di trasporto. Penso ad un viaggio in aereo o ad una serata con gli amici che hanno un auto normale, sì perché questi bolidi non si piegano e hanno un peso di almeno 100kg tra telaio e motore. Ecco che, come ho parlato anche sul mio profilo Facebook, ho dovuto comprare un auto adatta per salire direttamente stando seduta in carrozzina. Arriverà il Renault Kangoo con una modifica spaziale e vi parlerò anche di questo.

Ci si vede in giro, occhi negli occhi.

 

 

Video e ph credit: www.s-design.it

Nessun Commento Ancora

Cosa stai pensando?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto − = 7